Cercare di tenere sotto controllo la salubrità dell'aria è un'opportunità che viene garantita dall'aiuto delle tecnologie. Sono sempre di più - ad esempio - le strutture sanitarie che, per salvaguardare la salute dei pazienti e degli operatori sanitari deciso di puntare su la domotica e su dispositivi elettronici che possano migliorare la qualità dell'aria. La domotica è la scienza interdisciplinare che studia tutte le tecnologie che servono a migliorare la qualità della vita domestica grazie all'apporto dell'innovazione tecnologica. In generale questa disciplina tende a mescolare ingegneria edile, ingegneria energetica, architettura, elettronica, automazione, informatica, design, telecomunicazioni ed elettrotecnica. Questa disciplina è alla base dei sistemi di smart home e di tutti i dispositivi che servono a migliorare la qualità dell'aria. Sono numerosi i sistemi che garantiscono un'aria qualitativamente migliore, grazie al cosiddetto meccanismo della smart home e dei building automations. 

Si tratta di tutti quei dispositivi che creano funzioni automatizzate all'interno di un ambiente e che hanno come scopo, quello di migliorarne la salubrità sotto vari aspetti.

L'importanza della qualità dell'aria all'interno di un ambiente

Tenere sotto controllo la qualità dell'aria di un ambiente è importante non solo nelle strutture sanitarie, ma anche nelle proprie mura domestiche. E' per questo motivo che sono nati i dispositivi legati agli smartphone che hanno come scopo quello di prendere tecnologicamente automatici tutti i tipi di interventi che possono garantire la salubrità dell'aria. 

Ad esempio, nei principali sistemi di automazione è possibile pensare ai dispositivi in grado di aprire in maniera automatica porte e finestre. Questo è un ottimo modo per riuscire a garantire un ricircolo dell'aria. Ma sono tantissimi i building automations che riescono a determinare un supporto da un punto di vista tecnologico per coloro che intendono migliorare la qualità della loro vita.

Monitorare la qualità dell'aria con i sensori di temperatura e umidità

Per monitorare la qualità dell'aria possono diventare fondamentale i sensori di temperatura e umidità da installare all'interno della propria abitazione, in modo tale da renderla smart e da tenere sotto controllo quello che è l'ambiente in cui viviamo. 


Per verificare che non siano presenti nell'aria delle temperature troppo alte oppure una concentrazione di umidità eccessiva, esistono dei dispositivi tecnologici e dotati di impianti molto sofisticati che aiutano le persone a verificare che l'aria che stanno vivendo sia salubre. I sensori di temperatura e umidità sono automatici e in alcuni casi, grazie ai dispositivi cosiddetti delle Smart Home, riescono anche ad avvisare l'utente nel momento in cui è opportuno provvedere ad un abbassamento della temperatura oppure ad una dispersione del grado di umidità. I sensori del grado di umidità possono essere più o meno professionali, ma in ogni caso, per tutte le linee di prodotti esistenti sul mercato, la cosa importante è che siano sicuri e che riescano a offrire un vantaggio per coloro che utilizzano questo tipo di apparecchio.

Le cause dell'inquinamento indoor

Esistono numerosi cause di inquinamento di un ambiente interno che devono essere combattute e tenute lontane dalla propria vita quotidiana anche grazie all'aiuto di sistemi elettronici che rendono la propria casa "smart". L'inquinamento indoor solitamente viene causato sia da fonti esterne che da fonti interne all'abitazione. Tra le fonti inquinanti più comuni ci sono quelle di tipo chimico. Queste fonti comprendono tutte quelle sostanze che si trovano nell'aria in forma solida, gassosa o liquida e possono liberare dei gas pericolosi.

In più ci sono anche le fonti situate all'esterno e che provengono ad esempio, dai materiali per la costruzione o per l'arredamento. Da non sottovalutare anche la gravità e la pericolosità dei contaminanti biologici come batteri, muffe e funghi o allergeni che possono derivare da uomini o animali o anche dalla presenza della polvere. Anche il sistema di ventilazione malfunzionante o la presenza di alcuni campi elettromagnetici, di radon e non solo, possono diventare inquinanti per l'ambiente.

Per cercare di verificare che ci siano sostanze di questo tipo nel proprio ambiente interno, si possono applicare dei dispositivi che appartengono alla categoria dei building automations che tengono per voi sotto controllo tutta l'intera struttura in modo tale da garantire una casa che sia allo stesso tempo smart e sicura.

Come migliorare la qualità dell'aria indoor

Come già accennato, per migliorare la qualità dell'aria indoor si può sempre contare su sensori, filtri e vari tipi di accessori tecnologici che in maniera automatica aiuteranno qualunque tipo di struttura a liberarsi della presenza di' qualunque tipo di agente patogeno. Potrebbe aiutare in questo senso anche arricchire la propria abitazione con la presenza di verde e attivando purificatori d'aria e apparecchiature innovative che possano dar man forte a quello che è il normale ricircolo dell'aria che viene durante la giornata. I sistemi Smart Home aiuteranno molto a tenere sotto controllo la propria abitazione in questo senso e quindi garantiranno e monitoraggio dello stato di salute dell'area della vostra casa.