SENSORI RADIO, È ARRIVATA L'ORA DI UN FUTURO PIU ECO?

" Il mondo è un oceano di energia", fu questo il principio da cui i fondatori di questa azienda, provenienti da uno Spin-off della Siemens, nel 2001 iniziarono a produrre e vendere prodotti all’avanguardia per l’intero mondo della ecosostenibilità.
Con sede nella periferia di Monaco di Baviera, i più di 50 ingegneri, crearono dopo approfonditi studi, piccoli sensori wireless che negli anni avrebbero conquistato più di 250.000 tra acquirenti ed affiliati.
Vi sono sensori per grandi industrie, edifici monumentali, scuole, musei e tanto altro!
Il trucco che gli assicurò un posto sicuro in tutti i mercati e negli e-commerce è semplice:
minimi costi di manutenzione, niente cablaggio e rendite assicurate.
Tutto è energia, un movimento, un cambio di temperatura, un click di un interruttore, e proprio questa energia può esser utilizzata per sostituire le attuali batterie.
come?
Vediamo nel particolare come possono dei sensori cosi piccoli a produrre tanta energia.

I SENSORI E LA LORO UTILITA’

EnOcean sfrutta un sistema di energy harvesting, usato nei sistemi di automazione per edifici.
Questo è un processo grazie al quale l’energia, proveniente da energie differenti(dove per forme di energia differenti intendiamo tutte quelle sorgenti comunemente disponibili nell'ambiente) viene captata e preservata per poi esser convertita in energia elettrica pura ed ovviamente utilizzabile.
Possiamo, per esempio, raccogliere energia proveniente da emissioni elettromagnetiche, ossia da qualsiasi oggetto che funzioni grazie a delle onde elettromagnetiche come la televisione o lo smartphone.
Possiamo ancora conservare energia proveniente da moti meccanici o da piccoli creatori di energie.
Come sappiamo, tutto produce energia, un orologio che muove le sue lancette, una persona che cammina e addirittura dei piccoli rumori di bassa frequenza.
I sensori sono capaci di assorbire energie anche tramite l’energia solare che, grazie a delle micro celle fotovoltaiche, fanno si che essa sia convertita e conservata.
I moduli di EnOcean combinano appunto una serie di piccoli convertitori a basso consumo, e consentono la comunicazione wireless tra sensori, interruttori e controllori privi di batteria.
Non abbiate paura, questi sensori comunicano anche a grandi distanze.
Pensate che, i vari segnali radio possono esser trasmessi fino a 300 metri in luoghi aperti, e fino a 30 metri in edifici stabili.
Tutto ciò è possibile grazie ad una tecnologia che permette a tali segnali, che viaggiano su una banda di 868 MHz e 315 MHz, di esser diffusi in tutto il mondo.
I telegrammi utilizzati hanno una durata di circa un millisecondo e hanno una trasmissione che ha una velocità di 125 Kilobit per secondo.
Inoltre, per evitare una errata conversione e conseguente trasmissione, ogni telegramma viene ripetuto due volte in un brevissimo arco di tempo che non supera i trenta millisecondi.
Nel 2016, la EnOcean presentò i suoi nuovissimi moduli radio senza batterie sotto il nuovo marchio "Dolphin – Selfpowered IoT by EnOcean".
L’azienda tedesca introdusse una importante innovazione nella già vasta gamma di prodotti: i moduli radio autoalimentati per sistemi BLE 2,4 GHz. Questi completarono la tecnologia wireless EnOcean nella banda inferiore a 1 GHz e i prodotti ZigBee wireless a 2,4 GHz.
I componenti di questa nuova piattaforma furono vari moduli integrati, come il TCM 300 e 320 ed il modulo ad energia solare STM 300.
La nuova "programmazione flessibile" diventò allora fondamentale per consentire una vasta applicazione autoalimentata come sensori di temperatura, pressione e gas.


I COSTI? SONO MENO ELEVATI DI QUANTO SI POSSA PENSARE

Qui arriva il punto forte.
I costi di installazione, dovuti alla mancanza di cablaggio e alla inutilità di ogni genere di manutenzione, sono davvero modestissimi.
Questi sensori sono tanto piccoli quanto utili e duraturi . Gli interruttori variano dagli 80 ai 150 euro, i sensori invece costano anche molto meno. Sapete però qual'è la vera svolta? Niente più batterie monouso , niente più inquinamento , basta alle spese folli. Il mondo è migliore se è eco!

Ad oggi sono davvero tante le persone che usano a più non posso oggetti di tipo domotico, dai comuni assistenti vocali ai grandi sistemi di domotica moderna. C'è chi lo utilizza per avere tutto a portata di mano , chi lo fa per comodità .. ma qualcuno ha mai pensato di aggiungere a questo anche la possibilità di risparmiare?EnOcean progetta sistemi piccoli ed economici per ogni tipo di luogo, il tuo salone, la tu cucina o il tuo ufficio! Niente più fili, niente più costose manutenzioni!Allora che aspetti? Il futuro corre veloce, tu stai al suo passo!