Che cos'è la tecnologia radio Enocean?

I trasmettitori radio Enocean sono dispositivi innovativi, miniaturizzati e autoalimentati che si basano sulla tecnologia radio a potenza ultrabassa e sul collaudatissimo standard wireless EnOcean (ISO/IEC 14543-3-1X) nella classe sub-1GHz. Quest'ultimo è progettato appositamente per la costruzione di edifici sostenibili. Non a caso, le reti wireless Enocean sono già presenti in oltre 400.000 edifici su scala mondiale.

Il motivo di questa diffusione di così tanto successo? Non includendo la batteria, Enocean è una forma di intelligenza senza fili, particolarmente diffusa nell'ambito dell'automazione degli edifici e, come vedremo a breve, non solo. I suoi principali punti di forza risiedono nell'elevata flessibilità, nell'alto livello di affidabilità e nella presenza di tutta una serie di applicazioni utili per progettare i locali in maniera semplice e veloce.

Come funzionano i sensori radio?

I trasmettitori radio Enocean utilizzano svariati strumenti.

  • In primo luogo, sensori di ultima generazione. Il loro funzionamento ruota tutto attorno all'ottenimento dell'energia direttamente dall'ambiente. Non è un caso se cambiamenti apparentemente impercettibili inerenti alle vibrazioni, ai movimento, alla luce, alla pressione o ancora alla temperatura contribuiscono in maniera sostanziale a ricaricare questi sensori radio. In definitiva, trattasi di una forma di alimentazione autonoma e pulita. 

  • A seguito del caricamento, i sensori radio sono in grado di portare a termine tutte le loro funzioni per lunghi intervalli di tempo. Anche per intere settimane, visto che non necessitano di alcun intervento di manutenzione, non possedendo batterie.

Dove installare i sensori radio?

Scegliere la posizione ideale per l'installazione è qualcosa di prettamente soggettivo. Dipende pertanto dalle esigenze del diretto interessato. In linea di massima, i rilevatori di luminosità vengono posizionati nelle zone centrali, quelli di movimento nelle vicinanze della porta d'ingresso e i sensori termici nelle zone degli ospiti. 

Un processo di raccoglimento di energia senza fili

Oltre ai trasmettitori radio Enocean e i già citati sensori, questa tecnologia comprende anche ricevitori, sonde radio, centraline di controllo wireless, interruttori muniti di trasmettitore radio e i Gateway Enocean. Trattasi di un vero e proprio processo di raccoglimento di energia senza fili che viene implementato in numerosi settori, come l'ambito logistico, il comparto dei trasporti, l'industria e la domotica, senza dimenticare l'ammodernamento di edifici industriali e di centri amministrativi, l'ampliamento di ospedali e scuole o ancora la ristrutturazione di ospedali e di edifici civili o sacri, il riscaldamento, l'aria condizionata e la ventilazione, dato che la tecnologia senza fili acquisisce energia mediante l'ausilio di sensori di temperatura, di sensori di misura, di sensori di CO2 e di sensori di umidità.

Il vantaggio della tecnologia radio Enocean sta tutto nell'agevolazione della comunicazione wireless fra sensori sprovvisti di fili e batterie, gateway e regolatori. Il principio di fondo verte sulla trasformazione dei cambiamenti di energia in energia elettrica, a sua volta sfruttabile mediante il ricorso a convertitori di energia termoelettrica, elettromagnetica e solari. Ma non è tutto. I prodotti basati sulla tecnologia radio Enocean garantiranno risparmi notevoli sia per i materiali che per le tempistiche, dato che non c'è e non ci sarà alcun bisogno di installare reti fra il dispositivo controllato e l'interruttore. Inoltre, anche i rumori collegati ai circuiti verranno drasticamente ridotti. 

A differenza delle altre soluzioni basate sui cavi, in questo caso la progettazione degli edifici avviene in maniera versatile e comoda ed i costi vengono drasticamente abbattuti. Chi testerà i trasmettitori radio Enocean ne resterà di sicuro strabiliato, dato che con un singolo 50 μWs un modulo radio EnOcean realizzato in serie è in grado di trasmettere segnali radio senza fili fino a 300 metri di distanza all'aperto o ancora fino a 30 metri di altezza negli edifici. Tutto ciò è possibile vista la durata del segnale, pari ad appena un millesimo di secondo. Tanto dura l'intero processo nel momento in cui viene iniziato ed eseguito.

Conclusioni

I progressi della tecnologia inerenti a sonde, sensori e trasmettitori sono stati notevoli. Anni addietro era disponibile un unico tipo di generatore, mentre al giorno d'oggi si utilizzano risorse di energia elettromagnetica, deputate all'incremento della durata del servizio. Nel medio periodo, i cambiamenti tecnologici saranno all'ordine del giorno e, in particolar modo, i congegni di cambiamento, i trasmettitori e i dispositivi di luminosità bidirezionale, come i gli interruttori di luce senza fili e senza batteria
saranno particolarmente esposti alle novità.