I pressostati differenziali sono degli accessori indispensabili per il funzionamento dei sensori di funzionamento degli impianti di condizionamento o gas soprattutto nel settore industriale. Questo commutatore di pressione differenziale è estremamente resistente e moderno ed è la soluzione innovativa migliore per coloro che sono alla ricerca della massima sicurezza degli impianti. L'utilizzo dei pressostati differenziati è indispensabile per monitorare tutte quelle variabili riconducibili alla pressione quindi, sovrappressione, depressione e pressione differenziale. Le ultime innovazioni relative a questo genere di prodotti consentono anche di effettuare una diagnosi sul funzionamento dell'impianto all'interno del quale vengono installati promuovendo la sicurezza sul lavoro essenziale negli impianti industriali. La nuova gamma di pressostati differenziali è indispensabile anche per i macchinari dei vari settori industriali come le macchine agricole o gli escavatori, questo è il motivo per cui i pressostati differenziali sono stati utilizzati nella maggior parte dei settori per supplicare alle carenze relative agli standard di sicurezza e qualità.

I vantaggi dei pressostati differenziali


I pressostati differenziali sono presenti in commercio sia in versione meccanica che elettronica. I primi, sono i migliori tra quelli presenti in commercio perché più resistenti dotati infatti di sole componenti meccaniche possono essere installati anche a contatto con gas non pericolosi. Il dispositivo si installa in maniera estremamente semplice, va infatti posizionato in maniera verticale mentre, i cavi della pressione e quelli relativi all'elettricità vanno verso il basso. Questo dispositivo è uno dei più utilizzati perché a basso costo e funzionale l'unico difetto è la mancanza di precisione, rispetto invece alla versione elettronica che pecca però di resistenza. L'utilizzo di pressostati differenziali all'interno delle componenti industriali permette di scoprire in anticipo eventuali difetti relativi ai macchinari, come sbalzi improvvisi di pressione che possono causare cortocircuiti o interruzioni dei passaggi di corrente verso le componenti principali del macchinario all'interno del quale vengono installati.

Come funzionano i pressostati differenziali?


Il funzionamento di questo genere di accessori è molto semplice, funzionano infatti entro un range di pressione prestabilito che può essere individuato e settato da chi li utilizza. Non appena il livello della pressione supera i limiti entro cui il pressostato è stato tarato, emette un segnale che consente di rilevare il problema e risolverlo in tempi brevi prima che possano sorgere complicazioni e problemi ancor più gravi. I pressostati sono degli strumenti estremamente affidabili che funzionano anche in assenza di corrente elettrica e rilevano gli stati di pressione anormale per il funzionamento del dispositivo in cui vengono installati. Grazie alla semplicità con cui vengono costruiti e al lavoro utile in relazione alla sicurezza degli impianti, vengono installati anche su macchinari e dispositivi industriali che si trovano in aree potenzialmente esplosive. Questi semplici dispositivi possono prevenire non solo i malfunzionamenti potenzialmente dannosi per l'azienda ma anche situazioni di grande pericolo. Non bisogna sottovalutare inoltre il fatto che i pressostati differenziali in versione deflagrante sono indispensabili per assicurare uno standard di sicurezza minima negli impianti pericolosi o comunque a rischio.

I pressostati differenziali presenti in commercio

Sono diversi i modelli di pressostato differenziale presenti in commercio alcuni infatti, quelli più moderni, riescono a prevenire il problema relativo all'abbassamento o innalzamento eccessivo della pressione e inoltre, lo sistemano in maniera automatica regolando in proprio la chiusura e l'apertura dei macchinari. I pressostati in quest'ultimo caso riescono a ripristinare lo stato iniziale e far rientrare la pressione ai valori pre-stabiliti, si tratta nello specifico dei pressostati differenziali a riarmo automatico. I pressostati a riarmo manuale al contrario funzionano sempre attraverso al chiusura dei vari meccanismi necessari per ristabilire il livello di pressione di sicurezza ma il ripristino dei livelli iniziali può essere raggiunto solo dopo che manualmente vengono reimpostati i livelli attraverso il bottone presente e si avvia il riarmo. Questa ultima versione di pressostato differenziale è presente sia in versione di minima che di massima, il primo interverrà quando i livelli di pressione sono inferiore al valore previsto nel range di sicurezza per il funzionamento della macchina, il secondo invece cioè il pressostato differenziale di massima a riarmo manuale interverrà con l'allarme solo quando il valore della pressione supera il valore massimo di pressione pre-stabilito. Anche in quest'ultimo caso per far ripartire la macchina è indispensabile il riarmo manuale attarverso il pulsante presente.